Quinto Conto Energia

il quinto conto energiaIl Quinto Conto Energia entrato in vigore dal 27 agosto 2012 come stabilito con la Delibera dell'AEEG n. 292/12, fissa nuove tariffe per l'incentivazione dei sistemi fotovoltaici e stabilisce un registro per gli impianti fotovoltaici che vengono realizzati nel nostro Paese a partire da questa data.
L'unica eccezione sono gli impianti realizzati su proprietà delle p.a. Che potranno ancora godere del IV conto energia, a patto che entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2012.
Ma vediamo più nel dettaglio quali sono le principali novità.

L'introduzione della tariffa omnicomprensiva


Rispetto alle precedenti versioni del Conto energia, il V introduce il meccanismo della tariffa omnicomprensiva per il fotovoltaico: si tratta di una tariffa che accorpa in sé sia il valore dell'incentivazione sia quello dell'energia ceduta alla rete. La tariffa omnicomprensiva si applica quindi all'energia immessa in rete. L'energia che invece non viene immessa, ma è autoconsumata, godrà di un premio, definito premio per l'autoconsumo. Precedentemente, invece, la tariffa incentivante era applicata su tutta l'energia prodotta dall'impianto, indipendentemente dall'uso che se ne sarebbe fatto (vendita o autoconsumo).
Il valore della tariffa omnicomprensiva e del premio per l'autoconsumo varia in funzione della potenza dell'impianto (vengono premiati gli impianti piccoli) e del sito di installazione (vengono premiati gli impianti su tetto). Tali valori cambiano poi ogni semestre.
Sia la tariffa omnicomprensiva che quella per l'autoconsumo possono essere maggiorate se si realizzano impianti in sostituzione dell'eternit (+0,03 €/kWh) e se si utilizzano materiali europei (+0,02 €/kWh). Le due maggiorazioni sono cumulabili.
Oltre alle tariffe per gli impianti tradizionali, il V Conto energia individua tariffe diversificate anche per gli impianti "innovativi" e per quelli a "concentrazione".

L'importanza di autoconsumare l'energia prodotta


Il passaggio dal vecchio sistema al nuovo, basato su tariffa omnicomprensiva e autoconsumo, ha importanti ripercussioni. Infatti diviene molto importante capire quale è la quota di autoconsumo sul totale dell'energia prodotta: maggiore è questo valore, maggiore sarà la redditività dell'impianto. Infatti il premio per l'autoconsumo è inferiore al valore della tariffa omnicomprensiva, ma se lo si somma al valore dell'energia risparmiata (indicativamente intorno a 0,18 €/kWh) diviene decisamente maggiore.

Facciamo un esempio per chiarire il concetto. Per un impianto su tetto da 3 kW di potenza, il valore della tariffa omnicomprensiva è di 0,208 €/kWh, quello del premio autoconsumo 0,126 €/kWh. Al valore del premio autoconsumo, però, vanno sommati gli 0,18 € a kWh del valore dell'energia che non è stata consumata, ma è stata risparmiata e che, quindi, non sarà pagata in bolletta. Per cui, per ogni kWh autoconsumato, si avrà un beneficio economico complessivo di 0,306 €: superiore di circa il 50% rispetto al valore della tariffa omnicomprensiva.

Diviene quindi fondamentale riuscire ad aumentare la quota di autoconsumo al fine di massimizzare la redditività di un impianto. Per farlo, occorre cercare di spostare i propri consumi elettrici nelle ore di funzionamento dell'impianto fotovoltaico, vale a dire nelle ore diurne. Si tratta di un cambiamento negli stili di vita di molte famiglie, abituate ormai a consumare energia elettrica prevalentemente nelle ore serali, al fine di sfruttare il costo ridotto dell'energia elettrica.
L'alternativa è installare un sistema d'accumulo energetico dotato di batterie, per immagazzinare l'energia prodotta in surplus dal nostro impianto, per poi essere prelevata nel momento del bisogno.

Accesso alle tariffe incentivanti


Si tratta di uno degli aspetti in assoluto più critici del Quinto Conto Energia. L'accesso all'incentivazione sarà infatti automatico solo per gli impianti fino a 12 kW e per quelli fino a 50 kW realizzati in sostituzione dell'eternit. Per gli altri impianti, invece, occorre essere iscritti all'apposito Registro, rientrando nelle graduatorie in posizione tale da rientrare nei seguenti limiti massimi di costo indicativo cumulato annuo degli incentivi. Si tratta di limiti semestrali "di spesa" che tengono conto del costo massimo che l'incentivazione degli impianti fotovoltaici deve avere sulle bollette elettriche.

Le tariffe


Come già detto in precedenza, il Quinto Conto Energia remunera con una tariffa omnicomprensiva la quota di energia netta immessa in rete e con una tariffa premio la quota di energia netta consumata in sito.

Le tariffe previste per l'anno 2012 per gli "impianti su edifici" e per gli "altri impianti fotovoltaici" progressivamente decrescenti per i semestri d'applicazione sono riportate nelle Tabelle 1 e 2 Le tariffe incentivanti previste dal Quinto Conto Energia sono alternative rispetto ai meccanismi dello scambio sul posto, del ritiro dedicato e della cessione dell’energia al mercato (per i soli impianti di potenza fino a 1 MW)

Tabella 1 - dal 1 Settembre 2012 al 28 Febbraio 2013

Impianti sugli edifici altri impianti fotovoltaici
Intervallo di potenza[kW] Tariffa omnicomprensiva
[€/MWh]
Tariffa premio sull'energia
consumata in sito
[€/MWh]
Tariffa omnicomprensiva
[€/MWh]
Tariffa premio sull'energia
consumata in sito
[€/MWh]
1 <= P <= 3 208 126 201 119
3 < P <= 20 196 114 189 107
20 < P <= 200 175 93 168 86
200 < P < 1000 142 60 135 53
1000 < P <= 5000 126 44 120 38
P > 5000 119 37 113 31

Tabella 2 - Dal 1 Marzo 2013 al 31 Agosto 2013

Impianti sugli edifici altri impianti fotovoltaici
Intervallo di potenza
[kW]
Tariffa omnicomprensiva
[€/MWh]
Tariffa premio sull'energia
consumata in sito
[€/MWh]
Tariffa omnicomprensiva
[€/MWh]
Tariffa premio sull'energia
consumata in sito
[€/MWh]
1 <= P <= 3 182 100 176 94
3 < P <= 20 171 89 165 83
20 < P <= 200 157 75 151 69
200 < P < 1000 130 48 124 42
1000 < P <= 5000 118 36 113 31
P > 5000 112 30 106 24

S.T.E. F.lli Pignotti vende e installa i propri prodotti in tutte le provincie della regione Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro.
L'azienda ha sede a Civitanova Marche (MC) ed è specializzata nel settore della climatizzazione, pompe di calore ed energie rinnovabili.