Conto Energia Termico

Il Conto Energia Termico è divenuto operativo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 28/12/12 , entrando definitivamente in vigore il 3 Gennaio 2013. In questa sede faremo una breve sintesi delle novità più importanti da conoscere sul Conto Energia Termico.

A chi è rivolto il Conto Energia Termico?


Sia alle Amministrazioni pubbliche che ai Soggetti privati. In particolare, per privati, il decreto individua: persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa (imprenditori individuali).

Quali sono gli interventi di spesa incentivabili del Conto Energia Termico?


conto energia termico Il Conto Energia Termico distingue tra due tipi di interventi:

A) interventi di incremento dell’efficienza energetica
B) interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza


Va subito detto che per la categoria A solo le Amministrazioni pubbliche potranno accedere agli incentivi. Mentre la categoria B si rivolge sia ai Soggetti privati, che alle Amministrazioni pubbliche.
Tralasciando gli interventi di incremento dell'efficienza energetica, che in questa sede poco ci interessano, vediamo più nello specifico cosa si intende per “interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza”.

Per poter accedere agli incentivi, gli interventi di sostituzione di impianti/apparecchi sopra elencati devono essere realizzati in edifici esistenti e fabbricati rurali esistenti.
In caso di installazione di impianti solari termici, anche abbinati a tecnologia solar cooling, gli interventi possono essere realizzati anche su edifici nuovi.
I generatori di calore alimentati a biomassa possono essere installati anche in sostituzione di impianti di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti.

Ammontare e durata degli incentivi


La durata e l’ammontare degli incentivi varia a seconda del tipo di intervento e del soggetto richiedente: pubblico o privato.

Le pubbliche amministrazioni e i privati potranno godere di un incentivo della durata di CINQUE ANNI per i seguenti interventi:

Le pubbliche amministrazioni e i privati potranno godere di un incentivo della durata di DUE ANNI per i seguenti interventi:

Il calcolo esatto dell'incentivo è abbastanza articolato e non verrà trattato direttamente. Per maggiori informazioni vi invito alla lettura del DM 28/12/12, in particolare Allegato II, tabella 4 - Allegato II, tabella 5 -Allegato II, tabella 13.

Come accedere agli incentivi


come accedere agli incentivi Per accedere agli incentivi, il richiedente deve presentare la domanda al GSE tramite la scheda domanda che sarà messa a disposizione sul sito del Gestore per i servizi energetici. La domanda deve essere presentata entro 60 giorni dalla data di effettuazione dell’intervento o di ultimazione dei lavori.
La domanda per accedere agli incentivi previsti dal Conto Energia Termico deve indicare in modo chiaro il tipo di intervento effettuato e la spesa totale ammissibile consuntivata per la realizzazione dell’intervento. La domanda deve essere firmata dal soggetto responsabile che ne fa richiesta e accompagnata da una fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

Gli altri documenti da allegare alla domanda di accesso agli incentivi

Il decreto sul Conto Energia Termico prevede che chi chiede gli incentivi deve fornire informazioni su uno o più dei seguenti documenti, che potranno essere richiesti dal GSE anche in formato cartaceo:

È appena il caso di notare che, in riferimento al punto 1, il Conto Energia Termico prevede che l’attestato di certificazione energetica riporti la raccomandazione a effettuare l’intervento oggetto della richiesta di incentivo, valutandone costi e benefici sia in termini economici che energetici e sia, altresì, certificata la prestazione e la classe energetica raggiunta dopo avere eseguito l’intervento.

Conto Energia Termico, certificazione e diagnosi energetica


Per accedere ai benefici del decreto 28 dicembre 2012 è necessario che venga effettuata una diagnosi energetica preventiva sull’immobile oggetto dell’intervento e una successiva certificazione energetica che attesti il risparmio ottenuto.

S.T.E. F.lli Pignotti vende e installa i propri prodotti in tutte le provincie della regione Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro.
L'azienda ha sede a Civitanova Marche (MC) ed è specializzata nel settore della climatizzazione, pompe di calore ed energie rinnovabili.